IDEF3 (Integrated DEFinition for Process Description Capture Method) – Tecnica che fornisce un meccanismo per collezionare e documentare, in maniera strutturata, i processi. Cattura le relazioni di precedenza tra le situazioni e gli eventi per fornire agli esperti di dominio un metodo per esprimere la conoscenza su come un sistema o organizzazione opera.

Ci sono due modalità che IDEF3 rappresenta:

· flusso del processo, Process Flow Description;

· diagramma delle transizioni di stato degli oggetti, l’Object State Transition.

Nel primo, la conoscenza acquisita è rivolta a come opera l’organizzazione: a ciò che accade e come fluisce nella sequenza dei processi. La seconda modalità riassume le transizioni che un qualunque oggetto subisce attraverso un particolare processo.

Le informazioni raccolte su ciò che un sistema fa o farà, lo descrivono dai vari punti di vista, infatti IDEF3 può:

· registrate i dati elementari, incluso precedenze e relazioni, come risultano dai fatti che emergono dalle interviste condotte nelle attività di analisi dei sistemi;

· determinare l’impatto delle informazioni, sul principale scenario operativo dell’impresa;

· documentare le procedure decisive che influenzano gli stati e il ciclo di vita dei dati critici;

· gestire la configurazione dei dati e la gestione delle modifiche nella definizione delle politiche;

· fornire la generazione di modelli di simulazione.

 

 

Identificare gli stakeholder / Identify Stakeholders – Processo di individuazione di tutti gli [Stakeholder] del progetto e di documetazione strutturata delle informazioni rilevanti che li riguardano, compreso interessi, aspettative, coinvolgimento ecc...

 

 

Identificativo dell’attività / Activity Identifier – Attributo di un’attività costituito da un codice che ne permette l’identificazione univoca (ovvero ogni attività ha un codice e lo stesso codice non è assegnato a più di un’attività).

 

 

Identificazione dei rischi / Risk identification – Attività del processo [pianificare la gestione dei rischi], in particolare di [analisi dei rischi], che ha l’obiettivo di individuare i rischi di progetto, classificandoli e determinandone altre caratteristiche utili alla relativa gestione.

 

 

Identify Stakeholders – Vedere [Identificare gli stakeholder].

 

 

 

Indice di efficienza al completamento (TCPI) / To Complete Performance Index (TCPI) – Metrica usata nell’[Earned Value Method] al fine di ottenere una proiezione della performance che il progetto deve ottenere nello svolgere il lavoro rimanente a una certa data, affinché rispetti il budget al suo termine. Indica il grado di efficienza nei costi necessaria per il restante lavoro di progetto per far sì che esso risulti nel budget al suo completamento. È calcolato come rapporto tra il lavoro rimanente e il budget rimanente per tale lavoro, con la seguente formula:(BAC – EV) / (BAC – AC)Questo indice deve essere calcolato sui valori cumulati a una certa data, e quando confrontato con il CPI fornisce informazioni preziose per il team di progetto, in quanto fornisce un'indicazione sulla necessità di attuare azioni correttive per riportare il resto del progetto in linea con le previsioni di budget

 

 

.Ingegneria del Valore / Value Engineering (VE) – Disciplina avente lo scopo di una continua verifica delle soluzioni tecniche del progetto in termini di costo/valore, ottimizzando tale rapporto nel rispetto dei requisiti. Prevede tra l’altro la presenza di panel di esperti che pongono in critica disanima le soluzioni del progetto, stimolano la ricerca di percorsi alternativi e si confrontano in particolare con i responsabili del controllo dei costi e dei rischi. 

 

 

Impegno / Effort – Quantità di lavoro impiegata per raggiungere un determinato obiettivo. Tipiche misure dell'effort sono le ore/persona, i giorni/persona, le settimane/persona, i mesi/persona e gli anni/persona. Per esempio, due persone coinvolte in un'attività di progetto impegnate ciascuno otto ore al giorno per due giorni determinano un effort di trentadue ore/persona.

 

 

Importo a rischio / Amount at stake – Stima economica dell’impatto subito nel caso si verificasse un evento di [rischio]. È attributo fondamentale della valutazione del rischio stesso.

 

 

Imposed Date – Vedere [Data imposta].

 

 

Inclusive OR relationship – Operatore logico che assegna a due variabili logiche (vero/falso) il risultato vero se una o entrambe valgono vero, falso altrimenti.

 

 

Incrementare il rischio / Enhance risk – Strategia di [risposta ai rischi], in caso di opportunità, per cui vengono adottate misure proattive al fine di incrementare la probabilità che l’evento si verifichi ovvero l’impatto dell’evento, nel caso in cui lo stesso si verifichi.

 

 

Indice composto di efficienza dei costi e dei tempi (CSI) / Cost Sechedule Index (CSI) – Misura il grado di aderenza dei tempi e dei costi di progetto rispetto a quanto pianificato.Il CSI è dato dal prodotto tra il [Cost Performance Index] e lo [Schedule Performance Index] ed è un numero che può variare tra zero e uno.Un CSI minore di uno significa che il progetto sta avendo problemi di scheduling e/o over budget, mentre un CSI prossimo all’unità indica che il progetto è in linea con quanto previsto.

 

 

Indice di efficienza dei costi (CPI) / Cost Performance Index (CPI) – Indice che misura l’andamento dei costi di progetto.Il CPI è dato dal rapporto tra l’earned value (EV) e l’actual cost (noto anche come ACWP). Se il valore calcolato è molto prossimo a uno significa che l’andamento dei costi di progetto è allineato con quanto previsto, nel caso in cui il valore sia minore di uno l’andamento dei costi di progetto si discosta negativamente rispetto a quanto pianificato.

 

 

Indice di efficienza della schedulazione (SPI) / Schedule Performance Index (SPI) – Indice che misura l’efficienza della schedulazione di un progetto.Lo SPI è il rapporto tra l’EV e il PV (noto anche come BCWP). Un SPI maggiore di uno indica un andamento favorevole della schedulazione di progetto mentre un valore di SPI minore a uno indica un andamento negativo della schedulazione di progetto.Indirect cost – Vedere [Costi indiretti].

 

 

Influence Diagram – Vedere [Diagramma d’influenza].

 

 

Informazioni sullo stato di avanzamento del lavoro / Work Performance Information – Informazioni sullo stato di avanzamento delle attività raccolte nel corso del progetto. Riguardano aspetti di project scope, come ad es. stato dei deliverable previsti, costi sostenuti, tempi effettivi, stime a finire, ecc. o anche di product scope, come ad es. misurazioni tecniche sui deliverable (anche parziali) prodotti.

 

 

Initiating Processes – Vedere [Processi di avvio].

 

 

Inizio-Fine (SF) / Start-to-Finish (SF) – Relazione tra attività in cui l’attività predecessore deve iniziare prima della fine dell’attività successore.

 

 

Inizio-Inizio (SS) / Start-to-Start (SS) – Relazione tra attività in cui le attività sono caratterizzate da un vincolo tale per cui l’inizio di un’attività è subordinato all’inizio di un’altra attività.Input – Insieme di informazioni, risorse, materiali ecc. che alimentano un processo, costituendo oggetto di elaborazione e di trasformazione fornendo un valore aggiunto all’interno dello stesso, per la produzione di rispetti output dal processo.

 

 

Inspections – Vedere [Ispezione].

 

 

Internal Rate of Return (IIR) – Vedere [Tasso interno di rendimento (TIR)].

 

 

Ipotesi / Assumptions - Dato o condizione assunto a fondamento per l'impostazione e la proiezione delle performance di progetto. Un esempio di ipotesi per il calcolo di profittabilità di un nuovo prodotto è il successo che avrà il prodotto sul mercato in termini di numero di pezzi venduti.

 

 

Ishikawa diagram – Vedere [Diagramma di causa-effetto]

 

 

International Standards Organization (ISO) – Organizzazione Internazionale degli Standard. Ente operante sotto l’egida ONU, con sede a Ginevra, avente la missione di definire documenti di riferimento per la standardizzazione di terminologie, processi, specifiche tecniche ecc. allo scopo di favorire l’interoperabilità dei prodotti e servizi, l’industria e il commercio internazionale. Nel campo del project management si registrano tre standard di riferimento, ISO-UNI 10006 (Linee guida per la gestione della qualità nei progetti),

 

 

ISO-UNI 31000 (Risk Management – Principi e linee guida di implementazione) e più recentemente ISO 21500 (Guidelines on project management, settembre 2012). Nei diversi Paesi esistono corrispondenti enti di standardizzazione nazionali che collaborano alla redazione degli standard internazionali e li recepiscono nell’ambito del rispettivo paese, oltre che produrne di altri.

 

 

Ispezione / Inspections – Attività che esaminano i prodotti realizzati nel progetto e che determinano la conformità o meno dei risultati ai requisiti. Le ispezioni possono essere condotte a vari livelli e, a seconda delle aree d’applicazione, assumono varie terminologie come: riesami, revisioni ([Reviews]), revisioni fra pari (Peer Reiews), verifiche ([Audits]) e analisi passo-passo (Walkthroughs).

 

 

Issue – Vedere [Questione].

 

 

Issue Log – Vedere [Registro delle questioni].

 

 

Istogramma delle risorse / Resource Histogram – Diagramma a barre verticali che evidenzia il carico di risorse (fabbisogno) nell’unità di tempo.

 

 

Istogrammi – Strumenti utilizzati per visualizzare e confrontare la distribuzione di frequenza di una variabile, come ad esempio il numero dei difetti o dei problemi riscontrati nell’osservazione di un processo o nel test di un prodotto. Nel caso della rappresentazione dei difetti si compone di un diagramma X-Y in cui nell’asse delle ascisse vengono indicate le cause e sull’asse delle ordinate il numero di difetti.

© 2014 by Marco Sampietro e Antonio Bassi.

  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic
  • RSS Classic